Archivio

2015

Copertina

V. 19, N. 1 (2015): GEOmedia 1-2015

In copertina un'immagine di 3 studenti che effettuano un rilievo nell'ambito del corso di "Tecnico superiore esperto in costruzioni in ambito portuale, costiero, fluviale e lacustre" comunemente denominato "Geometra del mare". 

Credits: geometradelmare.it


2014

Copertina

V. 18, N. 6 (2014): GEOmedia 6-2014

L’immagine di copertina è direttamente relazionata allo stato di stallo in cui versano gli Open Data in Italia. In questo numero si parlerà in particolare di Open Geo Data con numerosi contributi sulle capacità e potenzialità del relativo mercato. Foto di Sergey Nivens 

Copertina

V. 18, N. 5 (2014): GEOmedia 5-2014

In copertina un'immagine acquisita dal satellite Landsat-8 che mostra le strutture sottomarine del Great Bahamas Bank. Si può chiaramente osservare dove le acque superficiali scendono in profondità all'interno di un'area scura nota come Tongue of the Ocean. La fossa ha avuto origine durante l'ultima Era Glaciale, quando il territorio era ancora al di sopra del livello del mare e per questo esposto all'erosione determinata dal drenaggio delle acque piovane.
Una volta che l'Era Glaciale ebbe fine si verificò di conseguenza lo scioglimento dello strato di ghiaccio globale: il livello del mare si innalzò e le acque inondarono la fossa.

Copertina

V. 18, N. 4 (2014): GEOmedia 4-2014

In copertina una suggestiva immagine di rilievo Lidar realizzato con sistema RIEGL VMX-250 relativo ad una infrastruttura ferroviaria. I sistemi Lidar trasportati sono in grado di acquisire elevate quantità di punti tridimensionali anche da supporti in movimento.

GEOmedia 3 2014

V. 18, N. 3 (2014): GEOmedia 3-2014

L’immagine di copertina è stata scattata dall'astronauta dell'ESA André Kuipers dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ed è stata la prima mostrata al ISS Symposium 2012 a Berlino. E' visibile l'ex divisione tra Berlino Est e Ovest.

GEOmedia 3-2014 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 18, N. 2 (2014): GEOmedia 2-2014

L'immagine di copertina non è una foto aerea ma è derivata da un DSM del centro storico di Trento prodotto da immagini aeree (volo Terra Messflug GmbH con camera Vexcel Ultracam-Xp, 10 cm GSD) - Copyright FBK Trento.

GEOmedia 2-2014 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 18, N. 1 (2014): GEOmedia 1-2014

In copertina un collage di immagini dal satellite ERS-2.I satelliti ESA ERS-1 e ERS-2 hanno raccolto una vasta quantità di preziosi dati inerenti le superfici terrestri, gli oceani, le calotte polari e gli è stato richiesto di monitorare le catastrofi naturali quali inondazioni o terremoti gravi in zone remote del mondo.

GEOmedia 1-2014 è anche sfogliabile online a questo link


2013

Copertina

V. 17, N. 6 (2013): GEOmedia 6-2013

In copertina l'immagine di un professionista al lavoro che sta effettuando calcoli della superficie e del volume direttamente sul campo, grazie alla scansione Laser 3d e alle singole misure.

GEOmedia 6-2013 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 17, N. 5 (2013): GEOmedia 5-2013

In copertina un’immagine aerea dei “fiumi fossili” (wādī) nel deserto del Sahara algerino ripresa dalla Compagnia Generale Riprese aeree alle ore 11:21 del 1 dicembre del 2000 ad una quota di 520 m. L’immagine è stata ripresa da una camera aerofotogrammetrica WILD con focale di 152 mm.

GEOmedia 5-2013 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 17, N. 4 (2013): GEOmedia 4-2013

In copertina due immagini satellitari ad alta risoluzione Pléiades fornite da Astrium per aiutare le operazioni di soccorso nelle Filippine.
Gli effetti del tifone Haiyan, che ha colpito le Filippine l'8 novembre 2013 sono stati ripresi il 13 novembre 2013 da un satellite Pleiades, che aveva catturato le immagini della stessa zona (Tacloban) il 7 aprile 2013. Astrium costruisce e gestisce i satelliti ad alta risolu- zione Pléiades che forniscono tali immagini nel quadro dell’International Charter on Space and Disasters. Queste immagini sono state messe a disposizione di squadre di soccorso e delle autorità e possono essere scaricate al link: ftp://ftp.astrium-geo.com/Philippines/ 

GEOmedia 4-2013 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 17, N. 3 (2013): GEOmedia 3-2013

L' immagine di copertina è stata acquisita dalla costellazione satellitare Pleiades e mostra una parte della città di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.
Dubai è geograficamente collocata nel sud-est del Golfo Persico, sulla Penisola Arabica e si trova all' interno del Deserto Arabico. La città è uno dei più importanti centri finanziari a livello mondiale ed i suoi profitti derivano principal- mente dal turismo, dal patrimonio immobiliare e dai servizi legati alla finanza. L' area di colore blu chiaro al centro dell' immagine è il lago artificiale Burj Kha- lifa Lake. Accanto al lago è visibile il grattacielo che oggi costituisce la più alta struttura al mondo costruita dall' Uomo: la sua lunga ombra si può osservare proiettatata verso nord (a destra dell' immagine).

Sul lago possiamo osservare le curve e le formazioni circolari della Dubai Fountain. Il sistema proietta acqua con una gittata di 73m che è coreograficamente accompagnata da note musicali.
I palazzi, il lago e la fontana sono parte dello sviluppo di un'area chiamata Downtown Dubai. Quest'area ha una estensione superficiale di 2 kmq e si stima che l' intero complesso abbia avuto un costo di 20 miliardi di dollari (US). L' immagine è stata acquisita dai satelliti francesi Pleiades il 4 Gennaio 2012. 

GEOmedia 3-2013 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 17, N. 2 (2013): GEOmedia 2-2013

La difesa delle città da eventi naturali, come i terremoti, richiede sia il miglioramento delle qualità costruttive degli edifici, sia la riduzione consistente della loro danneggiabilità. Questi requisiti sono conseguibili, per gli edifici di nuova costruzione, attraverso l’applicazione della normativa antisimica, e, per quelli esistenti, utilizzando strumenti che si basano su un’attenta classificazione della predisposizione al danneggiamento (vulnerabilità), sia per l’aspetto costruttivo sia per quello strutturale, materico e geo-ambientale. Nell’illustrazione di copertina un esempio di come il calcolo della vulnerabilità, dell’esposizione e quindi del rischio sismico, associato a ogni edificio, può essere eseguito agevolmente all’interno del modulo ArcMap di Esri, tramite operazioni di join fra tabelle e il comando field-calculator. 

GEOmedia 2-2013 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 17, N. 1 (2013): GEOmedia 1-2013

In copertina un'immagine derivata dalla sovrapposizione delle differenti cartografie relative allo stesso territorio derivate tramite generalizzazione dei Data Base Topografici. Una mappa in scala 1:10.000, in alto a sinistra, genera la corrispondente alla scala 1:25.000, relativa alla stessa porzione di territorio, in basso a destra.

Una operazione correntemente realizzata in passato dai disegnatori cartografi che sapientemente sintetizzavano e generalizzavano manualmente segni e convenzioni grafiche diverse per le differenti scale, oggi completamente affidate alla gestione computerizzata.

L'immagine è relativa al territorio del Comune di Sulmona della Regione Abruzzo. (Cortesia CISIS-CPSG) 

GEOmedia 2-2013 è anche sfogliabile online a questo link



26 - 50 di 125 elementi     << < 1 2 3 4 5 > >>