La termografia come tecnica diagnostica non invasiva per il moderno esercizio della tutela: alcuni casi di studio

Francesco Miraglia

Abstract


The essay focuses on demonstrating the usefulness of thermography as a non-invasive diagnostic technique for restoration, especially in the analysis of historical buildings.

In fact, the correct application of this technique allows us to analyze the deterioration patterns and the characteristics of the structures without damaging them. Therefore, its use is mainly recommended for interventions on cultural heritage.


Parole chiave


Thermography; Restoration; Preventive diagnostics; Degradation patterns; Stratigraphic analysis

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Crova C., Miraglia F. (2018), “Use and efficacy of Thermography for stratigraphic analysys of historical buildings”, in “Conservation Science in Cultural Heritage”, vol. 18.

Crova C., Miraglia F. (2018), “La termografia come strumento di indagine conoscitiva delle superfici architettoniche. Interventi e prospettive di ricerca”, in Atti del XXXIV Convegno Internazionale “Scienza e beni culturali” (Bressanone, 3-6 luglio 2018), a cura di Biscontin G., Driussi G., Arcadia Ricerche, Padova, pp. 351-360.

Miraglia F., Valente C. (2018), Il restauro della Basilica Minore di Maria SS. Incaldana a Mondragone. Metodologia, interventi, prospettive di ricerca, Armando Caramanica Editore, Marina di Minturno.

Miraglia F. (2018), Il palazzo Marzano a Carinola. Vicende costruttive e restauri, Armando Caramanica Editore, Marina di Minturno.

Conti C., Martines G. (2007), “I saggi e le indagini preliminari”, in Carbonara G., diretto da, Trattato di restauro architettonico, vol. 2, UTET, Torino, pp. 587-600.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Aggiungi un commento